Passa ai contenuti principali

Post

Gestione acqua: atto terzo ... ci sarà mai un epilogo?

A Lungro il tempo sembra essersi fermato “alle soglie del nuovo millennio”, i minuti si confondono in giorni e i giorni in anni ma tutto sembra restare fermo ed invariabile senza che si possano osservare apprezzabili cambiamenti. L'odierna classe politica si è adeguata a questo sentimento di indolenza, rimanendo incagliata su se stessa e sulle sue contraddizioni; questo ha contribuito a generare un'imperturbabile immutabilità di azione, che ha spinto ad adottare le medesime soluzioni ai differenti problemi che la sorte gli prospettava innanzi, anche se queste si erano dimostrate nel tempo assolutamente inefficaci; pure la risaputa vicenda locale dei "contatori" fa parte di questo catalogo. Analogamente a oggi già nel 2000, l'allora amministrazione Iannuzzi, al fine di garantire la definiva soluzione del decennale problema della mancanza d'acqua che, all'epoca come ora, attanagliava la nostra comunità, individuò un procedimento del tutto sim…
Post recenti

Il Nostro intervento al Consiglio Comunale di Lungro del 20/09/2019

Per chi non avesse avuto modo di seguire il consiglio comunale di oggi, 20 settembre 2019, riportiamo qui di seguito il nostro intervento a proposito della questione "Contatori dell'Acqua":
Solo poche frasi per esplicitare, se ce ne fosse ulteriormente bisogno, la posizione che il nostro gruppo ha assunto sia riguardo la concessione a una società privata esterna del servizio di supporto alla gestione della rete idrica e dei calcoli delle relative tariffe, motivo principale per cui la maggior parte di noi, ha scelto di presenziare a questo consiglio comunale, sia quella di chiarire cosa, noi del Collettivo Stipaturi, intendiamo per discussione politica, attivismo sul territorio e partecipazione diretta alle “scelte di attività o funzioni che concorrano al progresso materiale o spirituale della società”, come recita l'art. 4 della costituzione. La precarizzazione estrema del mondo del lavoro che la nostra generazione ha subito e continua a subire in questi ultimi anni,…

Gestione acqua: vogliamo risposte

Continua a tenere banco, ormai da un mese, la questione relativa alla sostituzione dei contatori dell'acqua nel nostro comune e l'annessa complessa questione dell'ingresso della Società privata Ser.C srl nel supporto alla gestione dei consumi e della fatturazione (rimandiamo al nostro primo comunicato per una sintesi della situazione); noi del Collettivo Stipaturi, dopo aver acquisito nuovi elementi e in seguito all'affissione dell'avviso circa un ipotetico incontro pubblico indetto dal sindaco per chiarire la situazione alla cittadinanza, abbiamo deciso di porre nuovamente all'attenzione della stessa una serie di dubbi che ci attanagliano rafforzati dalle contraddizioni politiche di una scelta tanto scriteriata. Partiamo, anzitutto, con quella che potremmo definire una “questione morale”: siamo venuti a conoscenza che i consiglieri di maggioranza (così come quelli di opposizione) non fossero in alcun modo informati sulla scelta effettuata, nella delibera di gi…

Acqua, Albidona: il servizio esterno gonfia le bollette

Ad Albidona (CS) la giunta comunale compie la stessa scellerata scelta dell'Amministrazione Comunale di Lungro ovvero chiedere alla società privata Ser.C un supporto (a carissimo prezzo) alla gestione dell'acqua e i risultati, come evidenziato dal servizio del TGR-Calabria, si vedono: Tariffe Triplicate! NON VOGLIAMO, NON POSSIAMO, NON DOBBIAMO PERMETTERLO! ☭

Riportiamo per completezza l'articolo di Pino La Rocca da sibarinet.it:
I consiglieri di Opposizione presso il comune di Albidona, attraverso una riunione tenutasi giorno 23 c.m. hanno chiamato a raccolta i cittadini per porre fine alla ingiustificata ed illegittima tariffazione dell’acqua. «Non è ammissibile che in un paese come Albidona dove il sistema economico è pari a zero, il comune chiami una ditta di Cosenza per gestire l’acqua introducendo pesanti e ingiustificati aumenti a carico dei cittadini». E’ quanto affermano i consiglieri Giuseppe Lizzano, Giuseppe Pota e Francesco Antonio Aurelio promotori di qu…

Chiarezza sulla gestione dell'acqua a Lungro

Un susseguirsi di avvisi e manifesti a firma della nostra amministrazione comunale ha catturato l’attenzione di noi lungresi, scatenando un acceso dibattito tra i concittadini in questa prima settimana di agosto. L'argomento è quanto di più importante e vitale per l'interesse della comunità: l'approvvigionamento idrico e relativa tassazione. Sono stati sufficienti pochi scambi di battute, con alcuni cittadini, per renderci evidente il fatto che "grande è la confusione sotto il cielo". Per questo il Collettivo Stipaturi ritiene doveroso cercare di ricostruire con chiarezza la situazione della vicenda (per quanto possibile dai pochi dati a nostra disposizione) e richiamare l'attenzione sui particolari punti oscuri della stessa.
Tutto ha inizio quando il comune di Lungro, con delibera di giunta n.45 del 16/04/2019, per attuare la nuova direttiva dell’ARERA, dava indirizzo di procedere all’acquisizione di un servizio di supporto per la gestione del canone idrico; …

La questione comunista in Italia e l'attualità del conflitto capitale-lavoro per l'avanzamento della nostra società

Sono fermamente convinto che il problema della nostra società sia il conflitto capitale-lavoro e che qualsiasi altra questione venga posta e identificata come "il problema" (dall'immigrazione ai più variegati diritti civili) non sia altro che un elemento di distrazione, creato ad hoc dal sistema capitalista, volto a distogliere l'attenzione dal conflitto in atto.
La lotta, sempre più attuale e globale, che ci si para ora innanzi è quella per i diritti sociali: i diritti sul lavoro, il diritto all'istruzione ed alla sanità pubblica per tutti, il diritto alla casa; più passano i minuti, le ore, i giorni più il neoliberismo con slancio dirompente si getta con ferocia sulle classi meno abbienti della nostra società, privandole sempre più di questi diritti, rendendole sempre più nemiche le une delle altre, alimentando quella che ormai è una guerra tra poveri che si combatte strada per strada, giorno per giorno che non solo favorisce il grande capitale ma permette l'…

La foto che non cambiò la storia

La foto qui sopra è stata scattata il 4 giugno del 1989, 30 anni fa, dal fotografo Jeff Widener della Associated Press dal sesto piano dell'hotel di Pechino, lontano all'incirca 1 km da piazza Tienanmen. Nota come il Rivoltoso sconosiuto è diventata simbolo dell'opposizione del debole contro il forte, di chi vuole stabilire la propria libertà contro l'oppressore.
Al di là delle polemiche intorno a questa interpretazione (molte fonti, infatti, riferiscono che in realtà i rivoltosi ebbero vita facile contro l'esercito cinese), questo scatto rappresenta, oggi, anche la sconfitta più fulgida della democrazia. Dopo quei fatti, praticamente tutti i paesi occidentali diedero il via a una serie di embarghi contro la Cina, mentre le riforme di politica interna vennero praticamente bloccate. Non solo oggi quasi tutti i paesi occidentali fanno affari con il paese asiatico, mentre embarghi e boicottaggi statunitensi vengono fatti per motivi di protezionismo, ma i dissidenti p…