21 agosto 2014

Emergenza rifiuti sempre più vicina

La #Calabria e la pessima gestione della #spazzatura
Con la chiusura (momentanea?) della discarica di Celico (nella foto, invece, la discarica di Pianopoli) si consuma l'ennesima crisi dei rifiuti a Cosenza e provincia, dovuta essenzialmente a una scarsità di fondi, che in qualche modo si riesce sempre a risolvere. L'aspetto interessante della crisi della spazzatura che si sta recentemente abbattendo è, però, il suo carattere regionale, con ogni zona che ha sostanzialmente gli stessi problemi: da un lato una differenziata che per molti motivi non decolla (scarsa civiltà e cultura dei cittadini, una non troppo utile organizzazione - per esempio per le strade di Cosenza è difficile anche solo trovare dei cestini, la cui assenza è evidentemente diretta conseguenza della scarsa civiltà -, manchevolezze strutturali dei palazzi - sostanzialmente l'assenza di un cortile interno o di seminterrati dove mettere i bidoni condominiali per scaricare quotidianamente la spazzatura, in particolare l'umido), dall'altro una cattiva gestione dei fondi, che si scoprono essere piuttosto scarsi un po' dappertutto.
La situazione è dunque piuttosto complessa, come si comprende leggendo La Gazzetta del Sud in queste settimane. Giusto per farvi un'idea ho raccolto un po' di articoli usciti nella scorsa settimana:

15 agosto 2014

WikiRitratti: Francesco Cilea

Un breve ritratto del compositore Francesco Cilea con passi estratti da #Wikipedia http://youtu.be/cXP6-lJeyR4
Francesco Cilea nasce a Palmi il 23 luglio del 1866. E' stato un compositore di opere liriche. La sua prima, Gina, fu anche quella che compose come prova finale del suo corso di studi presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli.
Questa piccola opera, in cui l'ingenuità del libretto fa a gara con quella della musica, fu apprezzata dall'editore Sonzogno, che commissionò a Cilea Tilda, un'opera verista in tre brevi atti, sulla falsariga di Cavalleria rusticana. Su libretto di Angelo Zanardini, La Tilda debuttò con successo il 7 aprile 1892 al teatro Pagliano di Firenze. Rappresentata in numerosi teatri italiani, approdò al teatro dell'Esposizione di Vienna il 24 settembre dello stesso anno, insieme alle altre opere di casa Sonzogno.
Il compositore manifestò sempre scarsa simpatia per quest'opera, il cui soggetto accettò di musicare a malincuore, solo per compiacere Sonzogno e non gettare all'aria una rara opportunità professionale. La perdita della partitura d'orchestra non ha consentito di riproporre in tempi moderni quest'opera, le cui melodie fresche e orecchiabili si possono tuttavia conoscere nella riduzione per canto e pianoforte.
E' interessante osservare come la terza opera di Cilea, L'Arlesiana, un profondo insuccesso, tanto che il compositore la riscrisse completamente, segnò il debutto di Enrico Caruso
(...) che eseguì con gran successo Il lamento di Federico, la romanza destinata a mantenere ancora oggi vivo il ricordo di quest'opera.

14 agosto 2014

Dalla Calabria agli Stati Uniti: una ricerca sul miopericitoma

Nuova scoperta nel campo della #ricerca medica da due ricercatori di Reggio #Calabria, Nucela e Priolo
Carmelo Nucera e Carmen Priolo, da Reggio Calabria, se ne sono andati. Non è semplice trovare lavoro nel mondo della ricerca, in particolare quella sanitaria, non solo in Italia, ma soprattutto in Calabria. E così sono andati negli Stati Uniti d'America, ad Harvard, dove fanno parte dello stesso gruppo di ricerca, guidato da Nucera, che ha recentemente scoperto una possibile origine genetica per un raro tumore della tiroide di cui non avevo, fino ad ora, mai sentito parlare: il miopericitoma.
Un'altra bella notizia sulla Calabria che si impegna in questa estate 2014!
Articolo da La Gazzetta del Sud:

Sadow P.M., S. Nanni, F. A. Karreth, M. Duquette, R. Martinelli, A. Husain, J. Clohessy, H. Kutzner, T. Mentzel & C. V. Carman & (2014). Role of BRAFV600E in the First Preclinical Model of Multifocal Infiltrating Myopericytoma Development and Microenvironment, JNCI Journal of the National Cancer Institute, 106 (8) DOI: http://dx.doi.org/10.1093/jnci/dju182

13 agosto 2014

Raccontare la 'ndrangheta all'Abbazia Florense

Dopo la presentazione di Mamma 'ndrangheta, l'Abbazia Florense ha ospitato una giornata di studio sulla 'ndrangheta. Sulla Gazzetta del Sud del 12 agosto è stato pubblicato un resoconto degli incontri, con, tra gli altri, Nicola Gratteri e Arcangelo Badolati. Questi gli articoli:


07 agosto 2014

Sofia minimalista

Le considerazioni che, da occidentale e da italiano, mi sento di poter fare di fronte alle foto di Minimalistic Sofia di Nikolay Nikolov, è la somiglianza di molti palazzoni con la peggiore architettura moderna di molte città del sud Italia o della periferia delle grandi metropoli, nonostante gli spunti di design avanzato, geometrico quasi, come suggerisce Mark Byrnes, presenti per la città. E' quasi un vivere sospesi tra il passato e un'idea di futuro possibile, migliore. Un po' come tutte le città del sud. Anche quelle d'Italia.